“Portare Leo a Casa,” una pagina GoFundMe, istituito dalla Neozelandese Samuel Forrest per raccogliere fondi per suo figlio (Leo) alla fine della scorsa settimana ha dato sollevato quasi $500.000. Forrest ha scritto Leo, che è nato con la sindrome di Down, è stata abbandonata da sua madre, Ruzan Badalyn, letteralmente il giorno della sua nascita, a causa di tabù culturali che circondano la sindrome di Down in Armenia, dove risiedevano al momento — i bambini nati con la sindrome di Down sono detto di portare la vergogna su di loro famiglie. Inoltre, Forrest ha detto sua moglie ha chiesto il divorzio, nel senso che e Leo sono stati costretti a spostarsi di Nuovo alla nuova Zelanda, suo paese d”origine, dove ha intenzione di alzare Leo come un padre single.

La storia è andato rapidamente virale, con il supporto di versare per Forrest e Leo, e la stessa quantità di disprezzo e il vero e proprio odio diretto alla sua ex-moglie Badalyn e la sua famiglia. Se ABC News, uno dei primi siti a salire sul Forrest storia, notato Badalyn si era inizialmente rifiutato di commentare le specifiche circostante di Leo nascita, e lei e suo marito conseguente divorzio, ha parlato più a lungo. In una lunga Facebook post condiviso durante il fine settimana, lei scrive:

Il 21 gennaio è stato il giorno più felice per me, come ho finalmente dato alla luce il mio tanto atteso figlio. Nostro figlio è nato alle 6 e 30 del mattino e mi ricordo allarmato facce intorno e medici, preoccupati per l”aspetto. Mi sono svegliato ore dopo l”anestesia. La mia prima domanda circa il luogo del mio bambino. Mi ricordo le facce tristi dei miei parenti e i medici e la diagnosi che suonava come una sentenza: “Il bambino è nato con la Sindrome di Down.” Non si può mai immaginare i miei sentimenti in quel momento․

Badalyn continua a riconoscere che le pressioni sociali e “certi stereotipi” in Armenia renderebbe la vita per un bambino con la sindrome di Down difficile — come sarebbe la vita per i genitori che cercano di aumentare il loro bambino nel miglior modo possibile. In particolare, si osserva che lei e Forrest semplicemente non hanno, o guadagnare abbastanza soldi per prendersi cura di Leo correttamente (lui, lei note, era disoccupato). “Voglio [Leo] di essere coinvolti e di ben accolto nella società, un”integrazione che richiede anni e anni per [armeno] società per regolare”, ha continuato. “Ho visto l”evasione sembra che i medici, i miei parenti” lacrima macchiato di facce, ha ricevuto telefonate di condoglianze e si rese conto che solo una mossa per un paese con standard come la Nuova Zelanda avrebbe diritto a mio figlio una vita dignitosa.”

A sua volta, Badalyn dice che non ha ricevuto alcun sostegno da Forrest su cosa sia fare almeno descrivere come tremendamente difficile decisione (separatamente o in coppia). “Ho provato più volte a comunicare”, scrive, “ma non ha mai provato ad ascoltare me e trovare soluzioni comuni. L”unica risposta è stata l”accusa da parte sua.” Inoltre, dice, lui e Leo ha lasciato l”ospedale senza dire il suo, e ha iniziato la GoFundMe campagna, senza offrire la possibilità di rispondere. Anche lei dice che non ha mai offerto la possibilità di muoversi con loro per la Nuova Zelanda. E Badalyn specificamente confuta il suo ex-marito accuse che lei gli ha dato un ultimatum — Leo o il loro matrimonio. Lei conclude la sua nota:

Come una madre che ha di fronte a questa grave situazione, in ospedale, in condizioni di stress e depressione, vivendo un”enorme pressione da ogni lato, non trovando alcun supporto da parte di mio marito, in parte, su qualsiasi possibilità di dare un bambino a una vita dignitosa in Armenia, mi sono trovato di fronte a due opzioni: a prendersi cura del bambino, on my own in Armenia, o di abbandonare il mio istinto materno e di estendere il bambino un”occasione per vivere una vita decente con suo padre in Nuova Zelanda. Sono andato per la seconda opzione.

A molti dei suoi Internet critica, questo farà sembrare ancora senza cuore, e flat out sbagliato, decisione, ma mi sembra chiaro molto di più il pensiero è stato messo in esso, da parte sua, che è stato presentato per la prima volta. In un”intervista con il quotidiano Inglese The Mirror, inoltre, condotta durante il fine settimana, Samuel Forrest è apparso anche a piedi alcune delle critiche che ha precedentemente diretto alla sua ex-moglie. (Se fa ” stare con le sue affermazioni ha fatto di dargli quel terribile ultimatum.) “”Non tenere nulla contro Ruzan,” ha detto Al Mirror. “Ho voluto questo la responsabilità personale e l”ho assunto per Leo e ha anche fatto proprie decisioni”.

Forrest ha anche detto che, mentre Badalyn avrebbe bisogno di “accettare Leo e assumere le sue responsabilità come madre,” ha aperto a conciliare con lei in futuro. “Io adoro lei e voglio continuare attraverso quei ricordi per Leo”, ha aggiunto. “Lo voglio sapere quanto è buono la sua mamma.”

Lascia un commento