Laura Supnik

Siamo stati a discutere, di nuovo. Come la maggior parte delle volte mi è successo, ero abbastanza sicuro perché lui era così arrabbiato. Avevo cercato di placare lui; avevo provato a ragione; avevo provato a scusarsi, ma nulla sembrava avere alcun impatto altro che peggiorare la situazione. Poi lui mi ha appoggiato contro un muro e ha sbattuto la mano ripetutamente sulla superficie sopra la mia testa. Quando ho rotto giù in stato di shock, ha detto, “Oh, non fare come mi ha colpito.” Quel momento era l’ultima chiamata di wake-up non dovrei avere bisogno.

Cose come questa era accaduto prima, ma in misura minore. Tirava me tra le mie braccia e polsi quando era frustrato e ho pensato che non era in ascolto (e poi dicono che era dispiaciuto). Avrebbe slam porte su di me (e poi chiedere scusa). Una volta ha afferrato il volante della mia auto quando stavo guidando così potremmo accostare a “parlare”, poi gridò e battere i pugni ripetutamente sul cruscotto quando non ho arrestare il veicolo.

Al momento, si sentiva come sono cambiate le cose lentamente, come un giorno mi sono svegliato in un rapporto e di una realtà che non ho riconosciuto, ma sono sicuro che i segni erano lì per tutto il tempo. Quando ci siamo incontrati, lui sembrava affascinante. Era intelligente, appassionata, creativa, e la cura. Ma dopo i primi mesi, è diventato sempre più paranoica, insicura, gelosa, e depresso. Tutto è colpa mia. Ero distratto. Io sono stato stupido. Ero egoista. Io non affidabile. Ero una persona debole che non sarebbe riuscita a qualcosa, ha cercato così non dovrei perdere tempo. Lui odiava me, ma poi mi amava e che ero la persona migliore del mondo — fino a quando io non ero più.

Al momento, si sentiva come sono cambiate le cose lentamente, come un giorno mi sono svegliato in un rapporto e di una realtà che non ho riconosciuto, ma sono sicuro che i segni erano lì per tutto il tempo.

Ogni volta che vorrei sveglio dal mio ingenuo stupore di sfidare qualsiasi delle sue affermazioni, si sarebbe chiedere scusa, dicendo che aveva paura di perdere me o ha paura per me e che, di fatto, mi protegge da tutti gli altri — erano davvero il problema. O meglio, lo sarebbe negare, di punto in bianco che era qualcosa di sbagliato. Di lui si diceva che stavo esagerando. Che stavo facendo tutto nella mia testa. Non potevo non fidarmi di persone che hanno espresso preoccupazione per me, perché erano quelli che stavano cercando di manipolare me.

Il senno di poi è sempre 20/20. Ora vedo ognuno di questi piccoli incidenti, come un tentativo di intimidire me nel fare quello che voleva, e che peggiorare ogni volta che ho cercato di uscire, il suo bisogno di controllo mi sta diventando sempre più importante per tenere a me vicino e “al sicuro” tossici mondo che abbiamo creato. Ci siamo lasciati, siamo tornati insieme — schiuma, risciacquare, ripetere.

Devo aver conosciuto un certo livello che la situazione non era giusto. Ho volutamente nascosto un sacco di dettagli da persone a me vicine, discretamente coprire le crepe nella speranza che era solo “una fase” o con il concetto fuorviante che avevo in qualche modo mi sono preso in questo pasticcio e ‘ stato il mio lavoro per ottenere fuori di esso. Ho detto little white lies per nascondere la sua aggressione passiva (o evidenti, e una vera e propria aggressione) dal mondo esterno. “Egli non è venuto stasera perché è impegnato a” significa “Egli non è venuto stasera perché ha preso d’assalto dalla mia casa precedente e mi ha mandato un abusivo serie di messaggi di testo.” “Quello è…” è diventato lo standard cominciando a troppe frasi usate una scusa per giustificare le sue azioni.

Forse sono stato un fattore abilitante che, per paura o per un contorto senso di lealtà, continuava a evitare la realtà. A questo giorno, non credo di aver dato un resoconto di tutto quello che è successo a qualcuno che conosco. Dopo essere stato immerso in quella situazione per così tanto tempo, ho cominciato a mettere in discussione la mia competenza e la diffidenza le mie opinioni, e la mia salute fisica e mentale è deteriorata al punto che ha causato gli amici e la famiglia per intervenire.

Devo aver conosciuto un certo livello che la situazione non era giusto. Ho volutamente nascosto un sacco di dettagli da persone a me vicine, discretamente coprire le crepe nella speranza che era solo “una fase” o con il concetto fuorviante che avevo in qualche modo mi sono preso in questo pasticcio e ‘ stato il mio lavoro per ottenere fuori di esso.

Come ho fatto a cacciarmi in questa situazione? Io sono una persona intelligente. Ho sempre identificato come una femminista, e fare buone scelte in altre aree della mia vita. Ho avuto la fortuna di crescere in una grande casa con un supporto familiare e dispone di una rete impressionante di amici che mi dicono sempre quando sto agendo come un coglione (poi comprarmi una pinta di birra in seguito). Ho avuto più di qualche fortunato interruzioni nella mia carriera e sono stati per lo più nei rapporti con la smart, la natura, le persone interessanti che mi hanno trattato con cura e rispetto.

Io sarei stato la prima persona a dire a un amico che aveva bisogno di fine rapporto, se i ruoli erano stati invertiti, ma ho sempre fatto le scuse e non vedere ciò che stava accadendo a me come “abuso”, perché non aveva mai fisicamente del male a me solo quelle poche volte in cui sembrava che era a suggerirlo, ma poi ha preso di nuovo.

Una relazione può essere profondamente danneggiare chiunque senza lasciare segni su di voi. Così molte persone — soprattutto giovani donne finiscono cercando di mantenere quelli emotivamente abusivo relazioni perché noi non la pensiamo così male e che ci sono davvero alcuni dei fortunati perché non abbiamo avuto “reale” di un abuso. Secondo la Coalizione Nazionale Contro la Violenza Domestica, la violenza domestica comprende tutti i seguenti elementi: “la violenza fisica, violenza sessuale, violenza psicologica, emozionale e di abuso”. Ho pensato che non potevo essere una vittima, perché io sono un forte, scaltro persona, ma non c’è la tipica vittima — quasi il 50 per cento delle donne Americane e gli uomini sperimentano una qualche forma di aggressione psicologica da parte di un partner nel corso della loro vita, secondo il CDC.

Una relazione può essere profondamente danneggiare chiunque senza lasciare segni su di voi

Alla fine, dopo diversi tentativi falliti, mi allontanai. Il ciclo si è interrotto. Ho tagliato tutti i contatti e cambiato la serratura di casa mia, appena nel caso. Ho usato per sentire in colpa per il modo in cui ho lasciato e quanto tempo mi ci è voluto per arrivare, ma non ho più — perché la salute di tutti e la felicità è prezioso, e per chi non gioca da quelle regole non arrivare a essere una parte della vostra vita.

Ho appena compiuto 28. Molto è cambiato per me, negli ultimi anni, e da quando ho avuto quell’esperienza. Io di solito evitare di parlare della mia vita personale nella media, perché mi sento come alcune cose non sono per il consumo pubblico (e torno a impiego di una politica di destra dopo che ho finito di scrivere questo). Ma ho fatto un’eccezione, perché qui mi sento lezioni che ho imparato da quell’esperienza ha svolto un importante ruolo nel modo in cui sono cresciuto come persona e come vivo la mia vita di adesso.

So che i confini creare meritano di essere rispettati. Che la cura di sé non è la stessa come l’egoismo. Che questa è la mia vita, la mia voce, il mio corpo, le mie regole, e che nessuno viene a determinare il mio racconto a parte me.

Lauren Mayberry è il cantante della band dei Chvrches. Il loro secondo album, Ogni Occhio Aperto, è ora fuori dal Glassnote Records.

Se voi o qualcuno che ami è una vittima di violenza domestica, qui ci sono alcuni posti dove chiedere aiuto: La National Domestic Violence Hotline (stati UNITI), Rifugio (regno UNITO), Rotto Arcobaleno (LGBTQ — U. K)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *