“Qual è il tuo più sporca fantasia sessuale?”, chiede uno dei miei amici, e tutti noi blush, e andare in giro per la stanza, facendo a turno. Le manette sono detto, e così è il godimento di dare il colpo di posti di lavoro (se è così rivoluzionario. Un paio di persone che ammettono di essere morso e c”è qualcuno che ama essere preso a schiaffi sul culo. Mi lampeggia due volte, inciampare per le parole, e dico qualcosa sul gioco approssimativo e bende.

La verità è: io amo i giochi di ruolo, sesso. Almeno un terzo di tutto il sesso che ho è centrata su una qualche forma di gioco di ruolo, abbastanza che ho provato almeno 20 diverse varietà — er, i ruoli. Non è una sorpresa per me che non posso ottenere abbastanza; io sono, il mio cuore, una persona creativa.

La mia compagna ed io avevamo fatto sesso per quasi due anni, quando ho portato il soggetto, gioco di ruolo, in una nota scritta a mano, con le mie guance rosse nascosto per timore che lei rifiuta completamente l”idea. Sapevo che era essenziale per me, e ho temuto il licenziamento del mio gioco di ruolo desideri. Con mio grande sollievo, lei era tutto per l”idea.

Abbiamo iniziato molto docilmente, a partire con personaggi di fantasia da un mondo che avevo creato nella mia scrittura — le persone che erano familiare e confortevole per noi, i ruoli che potrebbe quasi essere considerato il nostro alter ego.

Lei e io ora sono stati insieme per oltre sette anni, una rarità per la mia età (22) che porta alla scioccato rantoli e gli occhi spalancati quando le persone a trovare. Siamo quasi sempre chiesto su come mantenere il romanticismo — ehm, il sesso vivo. Dico loro è perché io amo la mia ragazza, e lei mi ama, e nessuno di noi mette una pressione sulle altre per impegnarsi nel sesso, quando non siamo in esso. Ecco tutta la verità. Ma la risposta seria è che siamo creativi come l”inferno tra le lenzuola.

Giochi di ruolo, sesso è più che il tipico cattivo-studente-e-punire-insegnante stereotipo che la maggior parte della gente pensa immediatamente. È oscuro e sexy e ci permette di provare in qualsiasi ruolo per le dimensioni. Siamo in grado di scivolare in fantasie che, altrimenti, sarebbe proibito e impossibile. Come donne bisessuali, siamo in grado di sperimentare con qualsiasi combinazione di generi, e abbiamo agito come donne e come uomini durante il gioco di ruolo. Uno dei miei favoriti personali è la nostra scena come due maschi di epoca Vittoriana amanti; sono amici stretti, ma la società condanna il loro amore e desideri fisici. È selvaggio e appassionato, perché siamo liberi di essere noi stessi, quando ci alleniamo di queste realtà alternative.

Se devo ammettere che le nostre tendenze creative ad alta voce ai miei coetanei, io sono a volte incontrato con la questione di come evitare la gelosia. Io e la mia ragazza in atto situazioni che sono molto improbabile, impossibile nel mondo reale, e le persone si preoccupano che la realtà non si può paragonare.

Ma il gioco di ruolo ci permette di esplorare la nostra immaginazione con una persona che si sente a suo agio, sicuro e familiare. Siamo in grado di vivere le situazioni che tutti sognano di seducente cattivi ragazzi, amici di lunga data di aggancio, creature mitiche, personaggi in uno spazio sicuro, cullato tra le sue braccia. Conosciamo ogni centimetro di ogni altro, dentro e fuori, e in grado di anticipare l”un l”altro le paure e le insicurezze prima che colpiscano. Chi non desidera che il ronzio di recitare una scena tra un vecchio, sexy, misterioso uomo in un bar e di un giovane, donna ingenua, ma meno di tutti i legittimi pericolo e di preoccupazione che deriva dal fatto di essere in quella situazione?

Ci scherzo su come strano il nostro rapporto è — in realtà, la mia ragazza è l”unico partner sessuale che io abbia mai avuto, se non si contano i nostri 20 o così di fantasia ruoli. Abbiamo vissuto insieme per gli ultimi quattro anni, ma non abbiamo mai stanco del mondo che abbiamo creato: il paradiso che invidia gli amici e i coetanei può mai immaginare quando mi chiedono, “Come si fa a stare insieme per tanto tempo e non annoiarsi?”

Lascia un commento