Nonostante il ministero della Giustizia e per le Pari Opportunità di Impiego posizione della Commissione sulla non discriminazione per le persone LGBT sul posto di lavoro, Saks & Co. dice che ha tutto il diritto di discriminare le persone transessuali [via Bloomberg.

Questa notizia arriva dopo che un ex dipendente e donna transgender Leyth Jamal afferma che anche lei è stato detto di “separare la sua vita a casa dal suo lavoro e la vita”, agendo più come un uomo al lavoro, ed è stato successivamente licenziato quando ha parlato. Jamal ha dato presentato una querela, ma Saks sta dicendo, “i transessuali non sono una categoria protetta ai sensi del Titolo VII,” un diritto del lavoro che vieta la discriminazione basata su razza, religione o sesso.

Saks sostiene che il genere e “Ricorrente lo status di un transessuale” sono due cose diverse, in qualche modo, e quindi, Jamal non è protetto dalla legge.

Quando è stato chiesto circa la causa, Saks Senior Vice President Kathleen Ruiz ha detto in una e-mail, “riteniamo che sia importante affermare che si tratta di Saks Fifth Avenue posizione che abbiamo fatto a non discriminare, in ogni caso, [sic] e le accuse non sono supportate dai fatti noti a Saks,” e che la società supporta pienamente la comunità LGBT.

I diritti civili LGBT gruppo di Campagna per i Diritti Umani dice che sarà la sospensione di Saks” il rating del gruppo Corporate Equality Index grazie per le istruzioni che ho fatto per quanto riguarda la querela.

Lascia un commento