Il più lento ho camminato, il più veloce il mio cuore battere. Mio forte, rapida respirazione non era dal 30 gradi l”aria di frustate al mio collo. No, come ho serpeggiava attraverso Brooklyn per la mia strada verso casa, sapevo che lui era lì, nel mio letto, con lei.

Si e mi era stato vederci per diversi mesi, in quello che sembrava essere il mio più sana relazione di data. Ma lui non era vivere a New York, invece di tornare a intervalli sfalsati e di stabilirsi in con me, a volte per una settimana, a volte un mese. Ma e io eravamo in anticipo, onesta e aperta. Parte di ciò che è stato così poco Verrà confrontato con la maggior parte dei miei ex compagni era la pura candidezza con cui egli, e alla fine mi ha parlato di qualsiasi e tutti gli argomenti.

Questo esteso, o forse focalizzati, il sesso. Non solo quello che ci è piaciuto o meno, fantasie o feticci, ma quando eravamo avendo sesso, con il quale siamo stati con il sesso, e come stavano facendo sesso. Abbiamo concordato la distanza, la monogamia prive di senso e inutilmente restrittiva, nonostante la crescente vicinanza, e al di là di alcune regole di base, si è proceduto con la completa trasparenza.

Ho finalmente fatto ritorno nel mio quartiere, seduto al mio bar locale, ma fingendo ero ancora al lavoro. Io sapevo che lei era ancora lì, nuda nel mio letto, e mi sono rifiutato anche di guardare giù la mia strada fino a quando ho saputo che lei era sparita. Nulla in lei è particolarmente minaccioso, e anche se l”avessi saputo quello che stava per accadere, infatti, mi aveva concesso il permesso, ho trovato un nauseante pit che crescono nel mio intestino, no grazie per il gin tonic mi stringeva con le mani tremanti, sperando che vorresti mi rilassa.

Il problema con la nostra onestà politica che ho avuto non è stato onesto. Voglio dire, a volte ero stato. Ho comunicato le mie conquiste, dopo aver ascoltato la sua, ho chiesto domande, chiarire i dettagli, anche incoraggiati a lui, a volte. E, soprattutto, non stavo mentendo. Abbiamo avuto qualcosa di decisamente speciale, e il piccolo morsi della gelosia competitiva quando qualcuno aveva un particolare “divertimento” esperienza, abbiamo incanalato nel proprio rapporto sessuale, cercando nuovi trucchi o facendo del nostro meglio. Ma questo è stato il primo che ho incontrato, faccia a faccia, prima del fatto, sapendo esattamente cosa stava per accadere un paio di ore più tardi, quando ero andato. Da quel momento, quando quegli occhiali tintinnare di cibo che aveva trasformato insapore, un forzato sorriso sul mio volto, sapevo che questo era diverso, che ho un disperato non li vogliono insieme, figuriamoci nel mio letto.

Egli ha inviato gli aggiornamenti, insieme con qualche immagine, per cui il mio solito civettuola risposte sono state condensato di curt, il singolo parole di approvazione come “bello” o “caldo”. Ho chiamato un amico che conosce la mia relazione e aveva le sue proprie esperienze simili. “Mi piacerebbe letteralmente minacciare con un estintore e dire loro di ottenere l”inferno fuori”, ha detto a me, con qualche aggiunta di imprecazioni. Ma non ero arrabbiata con lui o anche lei (OK, forse ho torto, furioso con lei), ma me stesso. Che ho avuto ciclomotore e vagato e nascondeva invece di dire semplicemente “si prega di non.” Gli ho detto che non sarei venuta indietro, mentre lei era lì, a venire incontro a me quando ebbero finito. Dieci minuti più tardi la Volontà c”era, la doccia (grazie a dio), e in silenzio, ascoltare pazientemente, mentre io a divagare sul perché ero arrabbiato e confuso, a lui e di me e di lei e di noi.

Questa non fu l”unica volta che questo sarebbe accaduto; ci sarebbe tanto nascondere o mentire circa i nostri sentimenti fino alla fine a bollire ed è venuto fuori comunque. In qualsiasi tipo di rapporto, l”onestà e la divulgazione è difficile, a volte doloroso, e che aumenta solo in una relazione aperta. È una lotta per affrontare i comportamenti che ci danno fastidio, ma abbiamo imparato che questo è l”unico modo per mantenere il nostro rapporto sano.

Che e alcuni nuovi fogli.

Lascia un commento