Si scopre che il femminismo può essere un grande turn-on. O almeno, generale di divisione equa del lavoro domestico. Un nuovo studio, che sarà pubblicato nella Gazzetta del Matrimonio e della Famiglia, suggerisce che le coppie che condividono le faccende domestiche — un comportamento considerato “non tradizionali” da molti — hanno più sesso. E davvero, cosa c”è di meglio di un sacco di sesso, combinato con la parità dei diritti?

Cornell University professore di Sharon Sassler, uno degli autori dello studio, scrive,

Le coppie contemporanee che aderiscono ad una più egualitaria divisione del lavoro sono il solo a coppie che hanno sperimentato un aumento sessuale frequenza rispetto a quelli del passato. Altri gruppi – tra cui quelle in cui la donna fa il grosso del lavoro domestico – hanno sperimentato cali sessuale frequenza.

Questo è importante, soprattutto perché gli studi precedenti hanno suggerito l”esatto opposto. Nel 2014, il New York Times Magazine ha scritto la loro storia di copertina su uno studio che ha concluso che “Entrambi i mariti e le mogli in coppia con il più tradizionale faccende domestiche modalità di rapporto sessuale piú alto di frequenza.”

Il comico John Oliver recentemente colomba in lacune come questo, di criticare il modo in cui gli studi scientifici che vengono segnalati. Perché, sì, molte verità può esistere in una sola volta, quindi è possibile condurre una simile due studi che hanno avuto risultati contrastanti. I dettagli completi di Sassler di studio non ancora pubblicato, quindi una volta che si conosce la dimensione del suo campione e metodo, siamo in grado di valutare meglio il significato del suo studio.

Sassler lo studio prende in considerazione i risultati di studi precedenti. Jenny Anderson rapporti di Quarzo che hanno confrontato il loro studio con i vecchi dati dal 1992 al 2006. Studi più recenti hanno trovato che “le coppie che hanno riferito di condividere le faccende di casa ugualmente fatto sesso 6,8 volte al mese, in media, o una volta in più al mese rispetto a quelli in cui la donna non piu “di routine lavori di casa.” Quindi, forse, le cose stanno proprio in continua evoluzione.

Inoltre, storico Stephanie Coontz rende un punto importante che la definizione di “successo” eterosessuale amore è notevolmente evoluta nel corso degli ultimi 70 anni. Lei dice, “[Sassler] studio — e altro — riflettere di più equalizzato potere tra uomini e donne. Nei matrimoni degli anni 1950 e 1960, mogli spesso segnalati avendo sesso più spesso di quello che volevano perché erano dipendenti dai loro mariti.”

Così, yay per il femminismo. Yay per il sesso. Yay.

Lascia un commento