C”è una stereotipata immagine che va di pari passo con il sociale archetipo di un giovane Ispanico madre. Lei proviene da una grande famiglia affiatata. Lo spagnolo è la sua prima lingua. Ha più di un bambino e rimane a casa. Lei è sul welfare.

Le donne di discendenza Ispanica compongono il 16 per cento degli stati UNITI popolazione femminile e si prevede di raggiungere il 30% entro il 2060. Questo è un gruppo che si avvicina la norma, eppure le donne continuano a lottare contro una società che ha abbassato le loro aspettative.

Joan Quinones è un 22-anno-vecchia madre di due. Lei è sposata con il suo amore d”infanzia, lavora nella sanità, e lei persegue il suo sogno di diventare infermiera. Quinones cresciuto in una famiglia nucleare che non hanno molto di connessione per il suo patrimonio, ma spera di cambiamento che la mancanza di tradizione con la sua famiglia. Qui, condivide la sua storia di lotte di ogni giorno e con gli occhi spalancati ambizioni.

Sono nato a Puerto Rico e mi è venuto negli stati UNITI con la mia famiglia quando ero un neonato. Abbiamo risolto in Holyoke, Massachusetts, e che ci sono stati da allora. Una gran parte della comunità Ispanica con un sacco di famiglie che sembrava un sacco come il nostro. Ma non so quanto simili siamo in realtà.

Non abbiamo avuto un sacco di cerimonia di tutto il nostro patrimonio. Mio padre era molto severo, soprattutto su me e mia sorella, perché eravamo ragazze. Mio fratello potrebbe fondamentalmente fare tutto quello che voleva. Io riuscivo a fare nulla da solo. Non posso che essere fidanzati. Non riuscivo a uscire. Mio padre era sempre incoraggiandomi ad andare a scuola, finire la scuola superiore, e andare al college. Egli non andare a scuola. Avrebbe sempre ci dicono di non fare lo stesso errore che ha fatto. Ha voluto che noi avessimo una buona educazione. Al momento, tutto ciò che pressione mi ha fatto sentire stressati.

Penso che ha portato questa disciplina con lui da Puerto Rico. Anche se non ha mai parlato, penso che lui non ci voleva lavorare duro come l”ha fatto solo per sbarcare il lunario. Non ho mai pensato a nulla di tutto ciò, ma il solo fatto quello che volevo fare, credo.

Ero in affido due volte la crescita. La prima volta, ero 7½ anni. Mio fratello non stava andando a scuola e mia madre si è messo nei guai con i servizi per l”infanzia, perché ha permesso. Abbiamo tolto e messo in affido per circa un anno.

La seconda volta fu quando avevo 15 anni. Mi è stato uscire con un ragazzo più grande che ha 21 anni e il mio papà non mi vuole intorno a lui. Mi è stato sempre in difficoltà a scuola, a comportarsi male, quindi il mio papà mi ha mandato via. Io non so come che ha funzionato, solo che ero in affido di nuovo per un paio di mesi.

Crescendo, ho sempre pensato Ispanica famiglie non sono state molto vicino, perché la nostra non lo era. Mio padre era severo con noi, ma non abbiamo davvero parlare di qualsiasi cosa. Mia madre appena parlato. Lei sempre ha preso un sedile posteriore per il mio papà. Anche se ci piacerebbe chiedere a lei di dormire a casa di un amico o qualcosa del genere, dice, “Vai a chiedere a tuo padre.” Ma quando abbiamo avuto problemi, la mia mamma è stata sempre quella di coprire per noi. Vorrei che lei aveva parlato per me, e mi hanno educato a proposito di sesso, di controllo delle nascite, e avere dei figli.

Ho sempre voluto essere un infermiere da quando ero una bambina. Ma non è stato fino al giorno in cui ho dato alla luce il mio primo figlio che ho conosciuto io vorrei diventare un RN. In ospedale, le infermiere erano veramente compassionevole e premuroso. Hanno fatto quello che avrebbe potuto essere un”esperienza terrificante [in] qualcosa di bello e davvero meraviglioso. Ho voluto farlo per le altre donne. Io amo i bambini, amo le donne in gravidanza, e l”esperienza del parto, in modo di potere. Ho deciso che avrei finito la scuola e diventare un RN.

Arrivarci è un percorso che richiederà un certo tempo. Dopo sono rimasta incinta, mi sono trasferito a un DIPLOMA di scuola superiore. Ho dovuto abbandonare dopo il mio secondo anno, perché mio figlio è stato costantemente malato e ho bisogno di stare a casa e prendersi cura di lui. Sto ancora cercando di finire la scuola.

Sono rimasta incinta di nuovo tre anni e mezzo più tardi. Mi è stato uscire con un ragazzo che avevo conosciuto quando era piccola. E ” stato un rapporto diverso; io ero felice e abbiamo deciso di sposarci. Siamo andati a vivere insieme prima abbiamo avuto il nostro figlio, e poi ci siamo sposati poco dopo abbiamo avuto il bambino. Io amo mio marito. Lui è lì per me, e si tratta di entrambi i miei figli lo stesso. Siamo una famiglia.

Prima sono rimasta incinta, ero incosciente. Ho fatto tutto ciò che voleva, pot affumicato, finito nei guai a scuola, si ribellò contro i miei genitori, in qualsiasi modo possibile. Ma una volta che ho saputo che ero incinta, era come ho guadagnato istantanea di scadenza. All”inizio mi sentivo come, Oh mio dio, sono in trappola. Ma ho capito che non volevo fare le cose più. Sono stato responsabile di una vita e mi ha costretto a crescere. Non c”era nulla di più importante per me di prendersi cura del bambino e di essere una buona madre.

Ho amici che hanno anche avuto dei figli quando erano giovani e pagare la baby sitter in modo che potrebbe ancora andare nei locali e appendere fuori con gli amici, a volte barare sul loro fidanzati. Hanno speso un sacco di soldi in vestiti e solo continuato ad agire come loro non hanno responsabilità. Non ho mai fatto nulla di tutto ciò. So che mi sto perdendo un sacco di quello che i miei compagni fare, ma non mi sento in forma in più con loro.

Mi piace uscire con mio marito e i bambini. Andiamo a Chuck E. Cheese, andare al cinema, o di ottenere il gelato. Abbiamo il miglior tempo di essere un vicino della famiglia, che è qualcosa che non ho mai avuto la crescita. So che sto dando il massimo di libertà e che la mia vita è più difficile di quanto [la vita] un sacco di donne della mia età che non hanno bambini. Ma va bene; non mi considero di essere un tipico 22-year-old donna.

Voglio che I miei bambini a capire la loro cultura e per creare le tradizioni. I miei figli sono giovani, e quindi non abbiamo iniziato a incorporare più di tanto, ma è sulla mia mente. Sono troppo giovane per capire l”importanza di essere Ispanica. Io non sono troppo sicuro di come farlo, ma sto cercando per la mia comunità e la ricerca di modelli di ruolo per loro e per me. Voglio solo noi per essere più vicini tra di loro, la fiducia reciproca, e si raccontano tutto.

Io lavoro come un certified nursing assistant al Vertice di Assistenza agli anziani. Si tratta di un lavoro part-time e mi piace farlo, ma mi arriva a casa stanco. Voglio solo riposare, ma devo ritirare la mia di 5 anni dalla scuola materna, il mio 1-year-old da una cura di giorno e andare a casa a cucinare, pulire e prendersi cura dei miei figli. Ho un po ” di tempo per me stesso durante il fine settimana quando mia sorella prende i ragazzi di darmi una pausa e si sente bene. Io cerco solo di rilassarsi durante le pause del genere.

Io sono un gran lavoratore. Io sono rimasta a casa con i miei bambini per un po”. Quando ho avuto il mio primo figlio, al fine di uscire di casa, ho bisogno di andare sul welfare a sostegno di noi.

Penso che un sacco di gente pensa che i giovani Ispanici sono lowlives perché alcuni di noi sono stati di benessere, come siamo qui solo prendendo i loro soldi. Ma non lo siamo. Siamo come tutti gli altri. Mi è stato di benessere solo così ho potuto fornire per me e il mio bambino. Non ci sono un sacco di opportunità per giovani mamme per ottenere sui loro piedi.

Un sacco di donne nella mia cultura stare a casa con i loro figli. Mia mamma è sempre stata una casa con i bambini. Ho iniziato in quel modo, perché non ho scelta, ma io sentivo che avrei voluto essere una donna che è investito i miei figli e il marito, e anche impegnato a lavorare su me stesso. Ho voluto abbracciare tutto. Mi sento molto più soddisfatto di lavoro. Mi dà fiducia e mi fa sentire che mi sto muovendo in avanti in vita.

Mi piace il mio lavoro e sto imparando molto. Si tratta di un lavoro nella sanità e lo sento come un trampolino di lancio per la mia carriera come un RN. Inoltre, mi motiva a continuare ad andare a scuola per ottenere più vicino ai miei obiettivi. Mi sono dato due anni per finire il mio GED e iniziare il mio programma di cura. Spero di essere un buon esempio per i miei figli, dimostrando che tutti abbiamo dei sogni e siamo in grado di seguire come lungo come lavoriamo duro e concentrarsi sulle cose giuste. Ho la sensazione di avere un futuro luminoso.

https://www.youtube.com/watch?v=”EpQ2wQJvQSg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *